Novembre, tra tradizione e nuove usanze 

Per i cattolici è soprattutto il mese dei defunti. Ma da qualche anno anche in Italia si sta diffondendo l’abitudine di celebrare anche un’altra ricorrenza. Quella di Halloween. La notte tra il 31 ottobre e il primo novembre, quando secondo una vecchia credenza popolare il mondo dei morti e quello dei vivi, entrano in contatto

Novembre è l'undicesimo mese dell'anno secondo il calendario gregoriano e il terzo e ultimo mese dell'autunno nell'emisfero boreale, della primavera nell'emisfero australe, conta 30 giorni e si colloca nella seconda metà di un anno civile. In questo mese si ricordano i defunti, il primo di novembre infatti ricorre la solennità di Ognissanti e il giorno seguente la Commemorazione dei defunti. Il nome deriva dal latino november, novembris, derivato a sua volta da novem, nove), perché era il nono mese del calendario romano, che iniziava con il mese di marzo.
Fino al 470 a.C. era seguito da Maglio, mese di caccia imperiale, tradizione adottata dall'Impero romano d'Oriente secondo la cultura longobarda. Novembre è anche il mese della Festa di Halloween, che da qualche anno a questa parte, sebbene poco gradita alla chiesa e nonostante le sue origini statunitensi, ha preso piede anche in Italia. Si tratta di una ricorrenza legata al culto dei morti e, sul fronte della simbologia, alla tradizionale zucca intagliata a forma di teschio e illuminata da una candela per spaventare gli spiriti che, nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre, tornerebbero, come recita la leggenda, sulla terra.
Era infatti credenza popolare diffusa che, proprio nella notte di Ognissanti, il mondo dei morti e quello dei vivi venissero in contatto. Nella stessa notte si celebra anche una tra le festività più importanti del calendario celtico, il Samhain, che segna l’inizio della ruota dell’anno. Il termine Samhain indica la stagione invernale, e nel gaelico irlandese è proprio il nome del mese di novembre.
È una festività importante anche perché, in epoche più antiche, segnava anche l’inizio dell’anno agricolo. Era, in sostanza, la festa dell’ultimo raccolto. Sul fronte dello zodiaco, novembre è il mese dello scorpione, per i nati fino al 22 novembre, e del sagittario per i nati a partire dal 23 del mese.

Scarica subito dagli Store

La nuova App del Gros

Sempre aggiornata, per il tuo smartphone o tablet. Scaricala subito dagli Store. E' gratuita e non richiede registrazione.

   

DISCLAIMER: I contenuti del presente Sito - comprensivi di dati, notizie, informazioni, immagini, grafici, disegni, marchi e nomi a dominio - se non diversamente indicato, sono coperti da copyright e dalla normativa in materia di proprietà industriale. GROS cura che le informazioni contenute nel Sito siano attendibili ma per le stesse non rilascia alcuna garanzia e non assume alcuna responsabilità circa la loro completezza, correttezza, veridicità e attualità. Pertanto non assume e declina ogni e qualsiasi responsabilità per eventuali errori, inesattezze, mancanze ed omissioni rinvenibili nei contenuti pubblicati. Le medesime considerazioni valgono anche per i contenuti, accolti nel Sito, prodotti da soggetti terzi.In alcune sezioni possono essere presenti foto, filmati e altri contenuti raccolti sulla rete, e quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarcelo e provvederemo immediatamente alla loro rimozione dalle nostre pagine.

Copyright 2017 CE.DI. GROS Società Consortile a r.l. | P.IVA 06564861000 | Tutti i diritti riservati  Area Servizi