Trentino, dove il Nord si incontra col Sud 

Viaggio tra i sapori delle valli delle Dolomiti, tra canederli, funghi e polenta. L’influenza della tradizione tedesca e l’incontro con la cucina mediterranea. Vini, formaggi, salumi e specialità di una regione tutta da scoprire

A gennaio l’Italia in tavola di Gros si sposta in Trentino Alto Adige. Incorniciata dalle Dolomiti che circondano un incastro di vallate tagliate in due dal fiume Adige, la regione è un punto di incontro tra la tradizione culinaria del Nord e quella del Sud. Se a Trento si possono gustare piatti della tradizione latina (frittelle di salvia e di mele), in Alto Adige si sente l’influenza della cucina tedesca (canederli e piatti a base di funghi). Anche se la polenta resta il leit motive dell’intera regione.

LA REGIONE E I SUOI VINI
Colore rosso rubino, dal profumo gradevolmente vinoso e a sapore asciutto, armonico e vellutato, il Casteller è un vino Doc la cui produzione è consentita esclusivamente nella provincia di Trento. Perfetto in abbinamento a roast beef alla inglese, polenta taragna, pasticcio di luartis. Il Lago di Caldaro Kalterersee Kalterer Doc è un vino color rosso rubino, che varia da chiaro a medio, odore delicato e gradevole e sapore morbido e armonico, leggermente mandorlato. Si ottiene da uve dei vitigni Schiava grossa e/o Schiava gentile e Schiava grigia. E, fino a un massimo del 15%, altri vitigni a frutto di colore analogo coltivati nelle province autonome di Bolzano e di Trento. Sempre rosso è il Toroldego Rotaliano vino Doc prodotto con uve Teroldego in provincia di Trento. L’origine del nome potrebbe derivare o dall’uva Terodola o dal tedesco Tiroler gold (oro del Tirolo). Colore rosso rubino, tendente al mattone (nel tipo rosso) o rosato, tendente al granato (nel tipo rosato), odore caratteristico, gradevolmente fruttato, più intenso nel tipo rosso e sapore asciutto, sapido, leggermente amarognolo si accompagna bene con bolliti, arrosti di carni rosse, grigliate e formaggi stagionati. Trento spumante bianco, invece, è un vino Doc la cui produzione è consentita nella provincia di Trento. Colore giallo paglierino con spuma fine e persistente, profumo caratteristico con sentore di lievito e mela golden e bouquet floreale nelle Riserve, sapore vivace e armonico, può essere servito a tutto pasto o come aperitivo. La Doc Valdadige Terra dei Forti è una delle tre Denominazioni di origine controllata interregionali tra Veneto e Trentino-Alto Adige. La denominazione d’origine controllata «Valdadige Terradeiforti» o «Terradeiforti» è riservata ai vini delle tipologie Enantio, Enantio riserva, Casetta, Casetta riserva, Pinot grigio, Pinot grigio superiore. La denominazione di origine controllata «Valdadige» od in lingua tedesca «Etschtaler», è riservata ai vini che rispondono alle condizioni e ai requisiti prescritti dal presente disciplinare di produzione, per le seguenti tipologie: Bianco, Rosso, Rosato, Pinot grigio, Pinot bianco, Chardonnay, Schiava e Frizzante.

LA REGIONE E I SUOI FORMAGGI E SALUMI
La Spressa delle Giudicarie Dop è uno dei formaggi più antichi della tradizione casearia alpina. Si caratterizza per il basso contenuto lipidico e deve le sue proprietà organolettiche al metodo di produzione casalingo, tramandato di generazione in generazione, al foraggio con cui si nutrono le mucche, alle razze produttrici del latte utilizzato e alle caratteristiche dell’ambiente alpino. Formaggio di latte vaccino prodotto nella provincia di Bolzano è invece lo Stelvio (o Stilfser) Dop. Forma cilindrica con facce piane, di diametro tra i 36 e i 38 centimetri, altezza tra gli 8 e i 10 e peso tra gli 8 e i 10 chili, si caratterizza per la pasta compatta, di consistenza elastica e colore giallo paglierino dal sapore intenso, erbaceo e aromatico, leggermente piccante. La crosta liscia varia dal colore giallo-arancio al giallo-marrone a seconda della stagionatura. Si abbina alla perfezione con lo Speck, la polenta e le zuppe. Formaggio prodotto in Val di Sole, in provincia di Trento, è invece il Casolét. Forma cilindrica, crosta sottile leggermente cilindrica, pasta bianco crema, si può consumare dopo trenta giorni di stagionatura. si caratterizza per i sentori di erbe e aromi naturali. 

Scarica subito dagli Store

La nuova App del Gros

Sempre aggiornata, per il tuo smartphone o tablet. Scaricala subito dagli Store. E' gratuita e non richiede registrazione.

   

DISCLAIMER: I contenuti del presente Sito - comprensivi di dati, notizie, informazioni, immagini, grafici, disegni, marchi e nomi a dominio - se non diversamente indicato, sono coperti da copyright e dalla normativa in materia di proprietà industriale. GROS cura che le informazioni contenute nel Sito siano attendibili ma per le stesse non rilascia alcuna garanzia e non assume alcuna responsabilità circa la loro completezza, correttezza, veridicità e attualità. Pertanto non assume e declina ogni e qualsiasi responsabilità per eventuali errori, inesattezze, mancanze ed omissioni rinvenibili nei contenuti pubblicati. Le medesime considerazioni valgono anche per i contenuti, accolti nel Sito, prodotti da soggetti terzi.In alcune sezioni possono essere presenti foto, filmati e altri contenuti raccolti sulla rete, e quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarcelo e provvederemo immediatamente alla loro rimozione dalle nostre pagine.

Copyright 2018 CE.DI. GROS Società Consortile a r.l. | P.IVA 06564861000 | Tutti i diritti riservati  Area Servizi