Couscous: che cos'è davvero? E come prepararlo? 

Diffuso in tutto il mondo, scopriamo le origini, i benefici e le preparazioni dle couscous


Il couscous è originario del Maghreb ed è costituito da granelli di semola e grano duro.
La sua farina granulosa è di facile produzione, infatti, necessita solo di macine primitive.

Oggi viene realizzato anche con altri ingredienti quali il miglio, l'orzo, il farro, il riso, il mais e il sorgo.

 

Questo alimento si è diffuso anche in altre parti del mondo, come in Italia: in particolare, come è ben noto a tutti, è presente nella tradizione culinaria siciliana, soprattutto nel trapanese.
Si utilizza per accompagnare piatti sia caldi che freddi a base di pesce e carne in umido, assieme a verdure grigliate o bollite.
Ed è esso stesso un primo piatto sia caldo che freddo davvero appetitoso soprattutto in estate.

 

Ha un alto potere saziante ed un'elevata digeribilità, inoltre la totale assenza di colesterolo lo rende adatto a diete di soggetti con problemi cardiovascolari.
In aggiunta essendo una fonte di carboidrati complessi come i cereali, il couscous fornisce un lento rilascio di glucosio nel sangue, assicurando all’organismo energia a lungo termine.

 

Va da se che i suoi otto secoli di storia lo rendano protagonista di mille e più varianti sul tema in base anche alle varie tradizioni di famiglia.
La sua eccellente versatilità lo rende adatto a tutti i gusti ed esigenze.

 

Come cucinarlo?

La sua preparazione originale vuole che venga cotto al vapore in una pentola chiamata "couscoussier" per tre volte.
Questo viene poi servito e reidratato con il brodo e decorato con verdure, ceci, uva sultanina e svariate spezie.

 

In alcune zone è accompagnato dall'harissa, una salsa a base di peperoncino, olio e aglio.

 

In Europa la preparazione del couscous è stata, invece, semplificata al massimo, ormai lo troviamo al supermercato precotto ed è necessario aggiungerci dell'acqua calda salata o del brodo e coprirlo con un canovaccio, attendendo all'incirca 5 minuti per poi sgranarlo con una forchetta e condirlo.
È ottimo da gustare sia caldo che freddo e può benissimo rappresentare un piatto unico, ma lo si può anche aggiungere alle minestre e zuppe, o usarlo come impasto per burger o polpette vegetariane.

 

Vediamo qualche ricetta sfiziosa

Tortino con merluzzo e pomodorini al finocchietto: perfetto come antipasto e veloce da preparare.
Frullare il couscous insieme alla polpa di merluzzo e alla cipolla, suddividere il composto in stampini da monoporzioni nascondendo al suo interno un pomodorino passato in padella e qualche pinolo.

 

Polpette di salmone e couscous con verdure: pulire il salmone, tagliarlo a dadini e cuocerlo in una padella, nel frattempo formare con il couscous delle palline grandi quanto un uovo e lasciarle riposare in frigo.
Preparare le verdure a striscione e condirle con peperoncino e zenzero e cuocere le polpette a fiamma vivace.
Couscous di riso venere con mango, pachino e menta su letto di peperone: veloce ma saporitissimo, basta tagliare a dadini gli ingredienti e unirli al couscous.
Per quanto riguarda il peperone, cuocerlo velcemente in padella o su una piastra, per renderlo morbido ma non troppo, in modo che dia una nota croccante al piatto!

 

Couscous di pesce con croccante di verdure e salvia fritta: sano e gustoso, preparato con gamberi, totani, vongole e cozze, la cui acqua di cottura può essere utilizzata per preparare il couscous.
Tagliare a dadini le verdure, cuocerle in padella e friggere la salvia.
Unire tutti gli ingredienti e servire.

 

Da queste ricette più strutturate si passa con grande facilità alla versione calda con verdure e carne (anche pesce) in brodo da versare sopra, alle insalate da servire fredde con verdure miste crude, perfette con tonno o gamberetti, alla versione semplicissima con soli pomodoro pachino ed erbette di stagione.

 

Un piccolo trucchetto per rendere ancora più saporito il vostro couscous quando si preparano le insalate, è quello di aggiungere nella prima fase di preparazione, quella in cui si versa dell'acqua calda sopra, del curry, proprio nell'acqua.

 

Lo sapevate che questo alimento si adatta anche molto bene come base per dolci prelibati in abbinamento a cioccolato, uvetta, canditi o frutta secca?

Couscous al miele, pistacchi e frutti di bosco: un dessert semplicissimo e originale, caratterizzato da un perfetto equilibrio di sapori e consistenze.
Compattare il couscous, condito con del miele, in uno stampo rivestito da carta da forno e lasciarlo riposare in frigo per 3-4 ore, sformarlo e decorarlo con frutti di bosco, pistacchi e qualche fogliolina di menta.

 

Dessert siciliano: dopo averlo fatto rinvenire con acqua bollente, e una noce di burro, condirlo con miele, zucchero a velo, uvetta, gocce di cioccolato, canditi, mandorle e pinoli tostati.
Riporlo in frigo e servirlo ben freddo con una spolverata di cacao amaro!

 

Fine pasto con mascarpone e mirtilli: per darvi una nota aromatica si può sostituire l'acqua con del succo di arancia e una spolverata di cannella in polvere, per poi aggiungerci sopra una crema golosa di mascarpone e mirtilli freschi!

 

Scopri tanto altro sul cibo, sulle curiosità per cucinare tanti piatti nella rubrica "In viaggio verso".


Le informazioni contenute in questo articolo hanno il solo scopo informativo.

Condividi