Greco e Aglianico, l’antico calice della Campania 

In CantinaIn Cantina
05.05.201505.05.2015

Due vini antichi e ricchi di storia importato in Italia dagli antichi greci. Un bianco tipico dell’Irpinia dal sapore secco e armonico perfettom per accompagnare piatti di pesce. E un rosso del Sannio, asciutto e vellutato, perfetto da servire con il baccalà al pomodoro


La cantina di Gros fa tappa in Campania. Alla scoperta di due vini antichi e rinomati importati in Italia dagli antichi greci e che, negli anni, sono diventati un must nel panorama enogastronomico nazionale.
Un vino antico tipico della provincia di Avellino risalente al I secolo avanti Cristo è il Greco di Tufo. Docg prodotto in otto Comuni dell’Irpinia: Tufo, Altavilla Irpina, Chianche, Montefusco, Prata di Principato Ultra, Petruro Irpino, Santa Paolina e Torrioni. Ed è uno tra i pochi bianchi italiani che si presta all’invecchiamento. Colore giallo paglierino più o meno intenso, odore gradevole, intenso, fine, caratteristico, sapore secco e armonico perfetto in abbiamento con i crostacei e il dentice. Più in generale il Greco di Tufo è consigliatoo r accompagnare tutti i piatti a base di pesce e frutti di mare, ma anhe formaggi non stagionati e molli, risotto ai funghi porcini. La versione spumante si abbina come aperitivo ad antipasti freddi come prosciutti e salumi.
Sempre daal Campania, ma la provincia di Benevento, arriva invece l’Aglianico del Taburno. Attualmente non è più il nome di un singolo vino, ma la Denominazione d’origine controllata e garantita che comprende diversi vini elencati nella pagina Aglianico del Taburno Docg a cui si rimanda. Le caratteristice organolittech sono, comuun, ancora elencate nel vecchio disciplinare Doc: colore rosso rubino più o meno intenso, odore caratteristico, gradevole e persistente, sapore asciutto, leggermente tannico, che tende al vellutato con l’invecchiamento. L’Aglianico è un vino tipicamente meridionale, introdotto dai greci e prodotto nelle Province di Avellino e Benevento. Perfetto in abbinamento al baccalà al pomodoro, pesce alla griglia, fagiolini, ortaggi ripieni, formaggi poco stagionati, coda di rospo. 

Condividi