Una barba su misura per ogni pelle 

 Per te
24.02.2015

Dai vecchi monolama alle testine snodate. Tutto quello che c’è da sapere per una rasatura perfetta a prova di irritazione. Crema, sapone o schiuma? Ecco come scegliere. Dopobarba liquidi, balsamo o gel: quando, perché e come usarli


Una volta era considerata una vera e propria arte. Ma oggi, andare dal barbiere per una semplice barba è un’abitudine desueta e del tutto superata. Eppure, se non una vera e propria arte, la rasatura resta comunque una necessità. Che ha a che fare un po’ con la moda e un po’ con la dermatologia. Sconfinata, negli anni, nella tecnica del fai da te.
Grazie anche all’invenzione dei rasoi usa e getta. Che hanno origini lontane. Si tratta in sostanza di una variante del tradizionale rasoio di sicurezza, sebbene rimanga uno degli strumenti migliori in circolazione, molto pericoloso da utilizzare se la mano che lo impugna non è quella di un professionista. Se il più economico è senza dubbio il monolama, si tratta d’altra parte di un prodotto oramai superato. E rimpiazzato dai bilama usa e getta, rimpiazzato anch’esso da evoluzioni della specie molto più sofisticate. A cominciare dalla testina snodata che permette di seguire le linee del volto senza cambiare l’angolo ottimale di rasatura, con una striscia lubrificata che la fa scivolare prevenendo fastidiose irritazioni cutanee, lasciando sul viso un velo di protettore emoliente che facilita un eventuale seconda passata di rasoio. Un modello particolarmente indicato e diventato ormai irrinunciabili per chi ha una pelle particolarmente sensibile. Trovato il rasoio giusto, resta una scelta delicata: crema e sapone o schiuma pronta da barba? Nel primo caso va tenuto presente che la crema è già pronta: basta immergerci il pennello dopo averlo inumidito; il sapone, invece, va prima montato sempre con il pennello. La quantità, in entrambi i casi, è la stessa: quella di una noce. E’ essenziali che, sia la crema che il sapone, contengano glicerina per ammorbidire e non irritare la pelle. La schiuma (o spuma) da barba, solitamente commercializzata in bombolette spray, si spalma direttamente sul viso: idrata la pelle e limita l’irritazione cutanea causata dal passaggio delle lame del rasoio. Crema, sapone o schiuma che sia, nessuno di questi prodotti va usato con il rasoio elettrico.
Ultimata la rasatura, è il momento del dopobarba. Una lozione (liquida, balsamo o gel) per spegnere eventuali arrossamenti e irritazioni della pelle. Può contenere antisettici, come l’alcool, per prevenire infezioni che eventuali tagli post rasatura potrebbero favorire. Ma nel caso di pelle particolarmente sensibile è consigliabile utilizzare un dopobarba senz’alcool. Qualora poi doveste trovarvi alle prese con una dermatite, sono particolarmente indicati prodotti lenitivi come l’ossido di zinco.  

Condividi questa pagina