L’inverno non molla, meglio riguardarsi 

 Per te
15.02.2017

Stare in guardia dai malanni di stagione. Con i rimedi naturali. A cominciare dallo zenzero, erba originaria dell’India con proprietà antinfiammatorie, antiemetiche, epatoprotettrici. E poi il miele, che svolge un’azione antibatterica e benefica per l’apparato respiratorio


Miele e zenzero. Due rimedi che fanno al caso vostro se vi sentite stanchi e affaticati. O se siete semplicemente raffreddati e soffrite di mal di gola. Questi due ingredienti, infatti, rinforzano le difese immunitarie dell’organismo, hanno azione antibiotica e antinfiammatoria e ci aiutano a prevenire e alleviare i sintomi influenzali.
Lo zenzero, noto anche con il nome di ginger, è un’erba originaria dell’India e caratterizzata da un rizoma dall’aroma speziato e pungente. Reperibile in commercio fresco, essiccato o in polvere, si utilizza principalmente come spezia in cucina. Il rizoma dello zenzero contiene amido, lipidi, proteine, olio essenziale e una resina. Lo zenzero ha azione antinfiammatoria, antiemetica, epatoprotettrice ed inoltre impiegato per stimolare l’appetito, favorire la digestione e contro la diarrea. La radice dello zenzero è un utile rimedio contro tosse, raffreddore, mal di testa e influenza, ha azione contro il dolore e la stanchezza fisica.
Anche le proprietà terapeutiche del miele sono numerose: svolge un’azione antibatterica, soprattutto in soluzione, e benefica per l’apparato respiratorio. Inoltre, grazie all’elevato contenuto glucidico e alla presenza di sali minerali e enzimi, il miele offre all’organismo numerosi nutrienti e energia senza richiedere un processo digestivo: è dunque un alimento energetico molto utile quando ci sentiamo stanchi e affaticati.

Condividi questa pagina