Doccia schiuma, tutta questione di “ph” 

 Per te
22.08.2015

Si differenzia dal bagnoschiuma per la minor presenza di tensioattivi e profumo. Si utilizza direttamente a contatto della cute e spesso anche per lavare i capelli. Disponibile in vari formati, diverse posologie e adatto a diversi tipi di derma. Occhio al ph, l’indicatore dell’acidità della pelle: ecco come sceglierlo


Si differenzia dal bagnoschiuma, con il quale pure condivide le stesse componenti, per una ridotta concentrazione di tensioattivi e profumo. Per una ragione semplicissima: il doccia schiuma viene utilizzato direttamente sulla cute mentre il bagnoschiuma viene prima diluito in acqua. Non solo: dal momento che il docciaschiuma viene utilizzato spesso anche per lavare i capelli è di solito arricchito con dei condizionanti, come i sali di ammonio quaternari e la trimetilglicina.
Sono presenti in commercio diversi prodotti, adatti ai diversi tipi di pelle, e in grado di soddisfare, quanto a fragranze, i più svariati gusti. Se ne trovano di idradanti, nutrienti, rigeneranti, snellenti e altre tipologie ancora. Ma è il tipo di pelle che dovrebbe, in linea di massima, guidare la scelta tra i diversi marchi in circolazione. Come? Tenendo conto del ph della pelle e, di conseguenza, orientandosi verso quei prodotti più in linea con questo fattore. Il ph indica il grado di acidità o di basicità di una soluzione. Nel corpo umano, esistono diversi ph, da quello del sangue, a quello delle urine, fino a quello della pelle. Il ph è in sostanza un indice del grado di acidità o di basicità di una soluzione e può essere compreso tra 0 e 14. La scala dei valori comincia dal grado di acidità massima 0 (acido forte) e termina con 14, quello di maggiore basicità (base forte). Il ph 7 è indice di una soluzione neutra, di conseguenza tutti i valori inferiori a 7 indicano un ph progressivamente sempre più acido, mentre quelli superiori un ph via vi più basico.
Ma vediamo nello specifico cosa si intende per ph della pelle. Quando si parla di acidità della cute è necessaria una premessa: non tutte le parti della superficie cutanea presentano lo stesso valore. In condizioni normali, il ph della pelle è leggermente acido e si attesta su valori compresi tra 4,2 e 5,6. La ragione di questa tendenza all’acidità è semplice ed è legata al ruolo di difesa della pelle da microrganismi nocivi e agenti patogeni dannosi per la salute, come batteri e funghi.

Condividi questa pagina