Dieta sì ma a misura di organismo 

Dalla vecchia e sana alimentazione mediterranea: 1.200 calorie al giorno per perdere fino a due chili a settimana. Alla nuova e gettonatissima dieta vegana, interamente vegetale, senza cibi di origine animale, né uova o latticini


Non è solo questione di cibi vietati e consentiti. O delle rispettive quantità. Una dieta equilibrata deve garantire varietà di alimenti tale da garantire tutti gli elementi essenziali della nutrizione. Anche l’aspetto psicologico gioca un ruolo cruciale da non tralasciare né sottovalutare.
Chi ha detto che la buona e vecchia dieta mediterranea non è adatta per dimagrire? Oltre a rimanere una delle diete più complete e che non provocano danni alla salute, è infatti consigliata anche per perdere peso. La nuova dieta mediterranea, infatti, fornisce un apporto di circa 1.200 kcal al giorno e permette di perdere fino a due chilogrammi di peso nel giro di una settimana.
Tra le diete che vanno per la maggiore c’è poi quella vegana. Un tipo di alimentazione vegetariana in cui è vietato mangiare alimenti di origine animale come carne e pesce, ma che vieta anche il consumo delle uova, del latte e dei latticini. Un esempio? Ecco una colazione vegana, dolce o salata, a base di sostituti del latte, come latte di soia al naturale, latte di soia aromatizzato alla vaniglia o cioccolato, latte di riso, latte di mandorle o latte d’avena.
Insomma, per dimagrire ogni organismo ha bisogno di una sua dieta su misura. Per questo è importante non improvvisare. E affidarsi ad un professionista serio, specie in presenza di disturbi particolari, per non incorrere in problemi di salute.

Condividi questa pagina