Passata di pomodoro, meglio se fatta in casa 

Ecco cosa serve e come procedere per mettere da parte la vostra scorta di salsa per l’inverno. Rigorosamente a base di San Marzano. Munitevi di barattoli e bottiglie sterilizzati. E di una macchina per tritare i pomodori


Passata di pomodoro fatta in casa con il metodo della nonna? Semplice, veloce e anche divertente. Un vero e proprio rito nelle famiglie di una volta, specialmente quelle del centro-sud. Spesso una scusa per trascorrere una giornata in campagna all’aria aperta.
Ma come realizzare, nella pratica, una passata di pomodoro? Ecco alcuni semplici passaggi da seguire. Con una premessa: usate solo pomodori di buona qualità e molto maturi, preferibilmente San Marzano biologici. Innanzitutto vi serviranno barattoli e bottiglie sterilizzati. Lavate accuratamente i pomodori. Tagliate il San Marano, longitudinalmente, in due o quattro pezzi a seconda delle dimensioni del singolo pomodoro, facendo attenzione ad eliminare eventuali parti acerbe o danneggiate. A questo punto vi occorrerà una macchina specifica per tritare il pomodoro e separare la buccia dalla polpa. Raccogliete la salsa in un ampio contenitore, quindi, con un imbuto e un mestolo, travasatela nelle bottiglie e nei barattoli. Avvitate bene i coperchi e, con una macchina manuale apposita, sigillate i tappi sui colli delle bottiglie.
Quando avrete riempito e sigillato tutti i contenitori di vetro utilizzati per conservare la passata di pomodoro, non vi resta che bollire barattoli e bottiglie. Vi occorrerà un tre-piedi di metallo resistente al fuoco e un bidone. Adagiate, a strati, i contenitori sul fondo. Coprite ogni strato con stracci e canovacci prima di adagiarvi sopra lo altro strato successivo di bottiglie e barattoli. Proseguite fino ad arrivare a 20-25 centimetri dal bordo. A questo punto non vi resta che riempire il bidone d’acqua e accendere il fuoco, con della legna oppure utilizzando un bruciatore a gas. Lasciate bollire per circa tre ore.
La vostra passata di pomodoro è pronta. Aspettate che l’acqua si raffreddi. Quindi estraete barattoli e bottiglie e conservatele in un luogo fresco e asciutto. Avrete così messo da parte la vostra scorta per l’inverno.

Condividi questa pagina