Le impanadas sarde: curiosità, origini e ricetta tradizionale 

Le impanadas al forno sono un piatto di antica origine spagnola tipico della cucina sarda tradizionale.
Impariamo a conoscere le loro caratteristiche, la ricetta, le varianti e molte altre curiosità.


La panada sarda è un piatto tipico sardo di probabile origine spagnola, le cui ricette tradizionali variano nell'Isola da zona a zona.
Il termine panadas o impanadas pare quindi essere di origine spagnola e indica preparazioni avvolte nella pasta di pane.
Quella di impanare o avvolgere nella sfoglia di pane un condimento, era già una preparazione medievale: molte le ricette dai connotati simili note in epoca romana e nell'Italia medievale.
La sfoglia di pane diventava un vero involucro che si poteva cuocere e che permetteva di trasportare del cibo pronto all'uso.
La panada oggi è sostanzialmente una torta salata costituita da un involucro di pasta che avvolge carne e altri condimenti.
La panada per antonomasia sembra essere quella di anguille, tuttora ampiamente diffusa soprattutto nel Campidano, visto che in quella zona si vive più che altro di pesca.
Le sue varianti contengono carne: la più conosciuta è senza dubbio quella preparata con carne di agnello ma ne esistono anche cucinate con maiale o pollo.
Non può mancare la variante vegetariana preparata con patate, pomodori secchi, piselli, carciofi o fave.
L'impasto è uno solo ed è composto da farina di grano tipo "00", acqua, sale e olio o strutto. La sua cottura avviene in forno.
E' molto diffusa la preparazione di panade molto piccole, una sorta di monoporzione più comoda e sfiziosa...le così dette empanadas o imapanadas.
Una ricetta generica delle empanadas potrebbe essere:
500 gr di farina 00, 150 gr di strutto, un pizzico di sale.
Preparate la pasta con la farina, lo strutto ammorbidito e il sale, impastate fino ad ottenere un impasto uniforme ed elastico e lasciate riposare 30 minuti.
250 gr maiale, 250 gr agnello, 100 gr salsiccia, n.1 cipolla, 100 gr pomodorini secchi, n.1 busta di zafferano, uno spicchio di aglio, prezzemolo, sale e pepe.
In un tegame fate soffriggere nell’olio la carne tagliata a pezzetti piccoli insieme alla salsiccia e alla cipolla.
Dopo qualche minuto a fuoco medio aggiungete gli altri ingredienti e lasciate rosolare qualche minuto: del caso aggiungere del liquido per evitare che il ripieno si asciughi troppo.
Una volta freddo riempire le empanadas e cuocere in forno a 180° per 40 minuti circa.

Condividi questa pagina