Una settimana bianca su misura 

Le vacanze invernali vanno organizzate per tempo. Iniziando dalla scelta della località, adatta alle esigenze di tutti: grandi e piccoli, sciatori e non. Particolari da tener presente per assecondare ogni esigenza. Non dimenticate la crema solare e, se necessario, rimettetevi in forma prima di infilarvi gli scarponi


Fine gennaio, inizia il periodo perfetto per gli amanti della neve. E’ il momento ideale per organizzare la vostra settimana bianca. Una vacanza invernale che va pianificata per tempo. Giocare d’anticipo è sempre un vantaggio. Sia per la più ampia gamma di offerte tra le quali scegliere sia, soprattutto, per il vostro portafogli.
La prima cosa da fare è individuare la località che meglio si adatta al gruppo, se siete in partenza con gli amici, o al nucleo familiare. Magari non tutti sciano e, allora, è meglio optare per una meta che permetta agli amanti della neve di cimentarsi sulle piste e a chi, invece, preferisce restare con i piedi piantati per terra di godersi una settimana di relax pur senza indossare tuta e scarponi. Nel primo caso la soluzione migliore è, senza dubbio, un hotel o una baita a ridosso delle piste che vi risparmierà faticosi e scomodi spostamenti per raggiungere gli impianti di risalita dal luogo del vostro pernottamento. Al contrario, se con voi c’è chi non scia, meglio optare per una sistemazione che consenta anche a chi preferisce trascorrere il tempo in maniera alternativa di avere qualcosa da fare per tenersi occupato mentre voi sfrecciate sulle nevi. In questo caso, sarebbe meglio optare per una sistemazione in Paese, dove si può passare la mattinata tra una passeggiata e una cioccolata calda in centro, magari alloggiando in una struttura che offra altre possibilità di svago oltre allo sci. Centri termali, o magari una spa dove i vostri amici o familiari possano rilassarsi. In settimana bianca i bambini non sono mai un intralcio, anzi. Già da molto piccoli (alcuni già a due anni) possono cominciare a cimentarsi nello sci. Ma se con voi ci sono i vostri figli sarebbe meglio optare per una località che, una volta lasciate le piste, vi consenta anche altre alternative per trascorrere il resto della giornata.
In ogni caso, ricordate: sciare è faticoso. Se avete trascorso gli ultimi dodici mesi facendo una vita sedentaria, sarebbe forse meglio che vi rimettiate un po’ in forma prima di allacciarvi gli scarponi ai piedi. Un po’ di corsa e qualche esercizio per risvegliare i muscoli delle gambe, gli addominali e i dorsali dovrebbero essere sufficienti. Ricordatevi di mettere in valigia un flacone di crema solare: ad alta quota il sole può giocare brutti scherzi. E, soprattutto, in pista sempre massima prudenza

Condividi questa pagina