Una bella zuppa calda per affrontare l’inverno 

 In frigo
28.02.2017

A base di verdure e ortaggi. Tante varianti. Dalla versione legumi e cereali, con fagioli cannellini e borlotti, lenticchie e ceci, farro e orzo. Alla cremosa, con aggiunta di avena, spinaci, verza, carote e cipolla. Fino al grande classico della zuppa di pesce


Ottime a cominciare dai primi freddi invernali. Ma anche per gli ultimi scorci della stagione. Prima che il caldo le renda meno attraenti. Che c’è di meglio di una bella (e buona) zuppa calda per riscaldare le buie e rigide serate invernali? Ovviamente, la scelta degli ingredienti giusti è cruciale. Verdure e ortaggi sono i re di questo piatto semplice, sano e nutriente. Ecco alcuni suggerimenti su come prepararle. O, se preferite, per sceglierle dal banco surgelati del vostro supermercato.
Zuppa di legumi e cereali. Avete bisogno di fagioli cannellini e borlotti, lenticchie e ceci. Da mixare a farro e orzo. E il gioco è fatto. Ma non sottovalutate neppure l’abbinamento orzo e funghi champignon e porcini arricchito da patate a pezzetti. Se stravedete per i legumi, abbondate di piselli, fagioli, fagiolini. Mescolandoli, magari, con pomodori, patate, zucchine, carote e sedano.
Zuppa cremosa. Basta un frullatore. E, anche in questo caso, scegliere la versione più adatta al vostro palato. C’è la versione tradizionale a base di farro, avena, orzo, legumi e pomodori. E all’ortolana: stessi ingredienti con l’aggiunta di spinaci, verza, carote e cipolla. Da provare assolutamente anche le zuppe zucca e carota con punte d’asparagi, e zucchine e zucca con aggiunta di patate e formaggio.
Zuppa di Pesce. E per finire, un grande classico per gusti raffinati. A cominciare dalla tradizionale zuppa a base di brodo, con tranci di merluzzo, rana pescatrice e gamberi. Con aggiunta di cozze, vongole, totani, acciughe e calamari. E, ovviamente, di crostini a volontà. Roba da leccarsi le dita.

Condividi questa pagina