Tutto sulle zucche: impariamo a conoscerle, comprarle e cucinarle 

 In frigo
01.10.2018

E' arrivata la stagione di una grande famiglia di ortaggi: le zucche. Scopriamo tante curiosità e segreti sulle zucche.


Qual è la verdura autunnale presente soprattutto da Settembre a Novembre e dai diversi colori e usi? La zucca ovviamente: è arrivata ormai la sua stagione.
Questo ortaggio ha origini molto antiche, in Messico sono stati ritrovati dei semi di zucca risalenti addirittura al 6000 a.c.

La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee e viene coltivata e consumata un po’ in tutta Italia. In realtà si può dire che è un vegetale tipico della zona di Mantova e Cremona, da dove, infatti, provengono le zucche più famose e ricercate.
Esistono anche zucche nella loro versione più piccola e dai mille colori: belle e particolari si utilizzano come abbellimento e allestimento di still life.
La zucca contiene una buona percentuale di beta-carotene, una sostanza molto importante per la nostra salute in quanto dal suo metabolismo si produce la vitamina A.

Grazie al suo altissimo quantitativo di acqua, circa il 94,5%, questo ortaggio si inserisce perfettamente tra gli alimenti ipocalorici.
Inoltre, essendo ricca di fibre, la zucca, è riconosciuta come un valido aiuto per proteggere il cuore.
Se vogliamo scegliere e comprare una buona zucca dobbiamo osservarne bene la buccia, che deve essere priva di macchie.
Una volta acquistata può essere conservata per tutto il periodo invernale in un ambiente buio, fresco e asciutto.
Ma una volta tagliata, i suoi pezzi devono essere conservati in frigorifero e vanno consumati nel giro di pochi giorni.
La sua polpa può essere anche congelata, ma è consigliabile prima sbollentarla.

La zucca è buona soprattutto se consumata da sola: sicuramente particolare è il suo abbinamento con la menta secca.
E' molto buona con la ricotta nelle preparazioni salate: ottima nei dolci e abbinata al cioccolato fondente, alle noci, alla noce moscata o allo sciroppo d’acero.

Ma come si può cucinare bene la zucca?
E’ consigliabile sempre eliminare la pelle perché non ha un sapore particolarmente gradevole.
Si devono eliminare anche i semi che si dovrebbero tostare in forno per poi essere mangiati come snack. Se si fa bollire servono 25 minuti, se si cuoce al vapore circa 15 e se si vuole arrostire al forno si consiglia una cottura a 180° per 25-30 minuti.

Condividi questa pagina