Alcamo e Cerasuolo, la cantina della Magna Grecia 

 In Cantina
06.07.2015

Dalla Sicilia due vini che esaltano la cucina del Sud. Un doc bianco prodotto nelle province di Trapani e Palermo consigliato in abbinamento con tutti i piatti di pesce. E un rosso prodotto nella zona sudorientale dell’Isola per accompagnare minestre asciutte con sughi saporosi, paste ripiene, carni rosse, grigliate, selvaggina e piatti tipici locali


Sole, mare e Mediterraneo. A luglio la cantina di Gros fa tappa in Sicilia. Ecco i suggerimenti del mese. L’Alcamo è un vino Doc la cui produzione è consentita nelle province di Trapani e Palermo. In particolare la zona di produzione delle uve per la sua preparazione comprende i terreni di tutto il territorio del comune di Alcamo, parte del territorio dei comuni di Calatafimi, Castellammare del Golfo e Gibellina (in provincia di Trapani) oltre a parte del territorio di Balestrate, Camporeale, Monreale, Partinico, San Cipirello e San Giuseppe Jato (in provincia di Palermo). In base al disciplinare, l’Alcamo può essere prodotto in diverse tipologie. Eccone alcune tra le più diffuse. Alcamo bianco: colore giallo paglierino più o meno carico, talvolta con riflessi verdognoli, odore vinoso, intenso, fruttato, armonico e sapore secco, fresco, equilibrato. E’ consigliato l’abbinamento con tutti i piatti di pesce non troppo elaborati. Alcamo spumante bianco: spuma fine e persistente, colore giallo paglierino più o meno carico, talvolta con riflessi verdognoli; profumo intenso, fruttato, armonico e sapore: secco o semisecco, fresco ed equilibrato. Alcamo bianco classico: colore giallo paglierino più o meno intenso, profumo fragrante, fruttato, con sentori vegetali, sapore secco, gradevole, con retrogusto amarognolo, strutturato.
Il Cerasuolo di Vittoria è un vino a Docg la cui area di produzione comprende tutto o in parte i territori dei comuni di Vittoria, Comiso, Acate, Chiaramonte Gulfi, Santa Croce Camerina e Ragusa (in provincia di Ragusa), Niscemi, Gela, Riesi, Butera e Mazzarino (in provincia di Caltanissetta), Caltagirone, Licodia Eubea e Mazzarrone (in provincia di Catania). La zona geografica ricade nella Sicilia sud-orientale ed interessa le provincie di Ragusa, Caltanissetta e Catania per una estensione di circa 124 500 ettari. E’ delimitata a nord dal complesso dei monti Erei, a sud dal mar Mediterraneo, ad est dai rilievi dei monti Iblei ed ad ovest dalle colline centro-meridionali della provincia di Caltanissetta. Al suo interno si possono distinguere tre macro-aree : una zona costiera con altitudine media compresa tra 0 e 200 metri sul livello del mare (slm), una zona di media collina con vigneti posti da 200 a 350 metri slm e una zona di alta collina con altimetria media superiore ai 350 metri slm. Colore rosso ciliegia brillante, odore vinoso alquanto alcolico ma profumato, sapore: asciutto, pieno, rotondo, piacevolmente fragrante è particolarmente adatto da accompagnare a minestre asciutte con sughi saporosi, paste ripiene, carni rosse, grigliate, selvaggina e piatti tipici siciliani.

Condividi questa pagina