Fruttati e floreali, i vini della primavera 

 In Cantina
01.04.2016

Dal Gavi piemontese al Custoza veneto: note all’albicocca e struttura leggera per piatti a base di pesce e verdure di stagione. Passando per il Lambrusco, rosso con fragranza di fragola e lampone per agnello, zampone e cotechino. E poi il Sangiovese di Romagna all’essenza di violetta da servire con salumi e carni rosse


Vini di primavera? Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Dai fruttati, con le note organolettiche di albicocca, fragola, ciliegia, pesca, ananas, lampone, mora, mela, albicocca, ribes, uva spina, susina, pera, melone e prugna. Ai floreali, con i loro profumi in tono con la stagione del riveglio: dal gelsomino alla rosa, dall’acacia alla viola. Ecco alcuni esempi.
Appartengono alla categoria dei fruttati vini bianchi giovani ottenuti da uve Cortese, come ad esempio il Gavi Docg piemontese, il Bianco di Custoza Doc veneto e l’Oltrepo’ Pavese Doc lombardo. Accomunati da note albicocca e struttura leggera che mixano con un gradevole sapore asciutto. Perfetti per accompagnare piatti a base di pesce, come il merluzzo bollito e la trota alla mugnaia o verdure di stagione impanate e fritte. L’alternativa? Arriva dall’Emilia Romagna forse con il vino più conosciuto della regione: il Lambrusco. Nelle versioni fermo o frizzante, rosso o rosato, e la sua inconfondibile fragranza fragola e lampone. L’ideale da servire con piatti a base di carne di agnello e a pietanze tipiche della cucina locale, come lo zampone e il cotechino.
Per i floreali, la scelta è amplissima. Dai vini bianchi giovani prodotti da uve Gewürztraminer , in particolare quelli dell’Alto Adige, che si caratterizzano per le note di fiori bianchi come gelsomino, biancospino e rosa bianca. Da abbinare a verdure dal sapore delicato, come il carciofo, e a carni bianche, anche speziate. Al Sangiovese, vitigno con profumi tipicamente primaverili, ideale per la produzione di vini giovani e freschi come il Chianti o il Sangiovese di Romagna. Che si distinguono al naso per l’odore di boccioli di violetta, mammola e rosa canina, con finale di mora e frutti a bacca rossa. Vini per accompagnare salumi e carni rosse.  

Condividi questa pagina